10 ottimi motivi per portare lo yoga in azienda

Lo yoga dona benessere psicofisico, aiuta a creare un ambiente di lavoro piacevole e collaborativo, aumenta la produttività. Fa bene al lavoro e ai lavoratori


Quando lavoravo in ufficio, prima di lanciarmi ad ali spiegate nel meraviglioso mondo dello yoga, cercavo disperatamente di infilare la mia pratica – fondamentale per il mio benessere psicofisico – all’interno della giornata. Il mio problema principale era quello di trovare un momento in cui fossi fuori di casa (ogni mamma sa perché!) ma non al lavoro, senza dover uscire troppo presto la mattina o tornare troppo tardi la sera. Praticamente era una specie di caccia al tesoro che falliva una volta su due. Spesso anche di più!

Sarebbe stato fantastico poterlo integrare nella mia giornata lavorativa sul luogo di lavoro magari facendo una breve lezione in pausa pranzo o a fine giornata in modo da abbattere i tempi di spostamento. Ma ancora non era una pratica diffusa in Italia (poi io lavoravo in Parlamento e anche se ce ne sarebbe tanto bisogno dubito che lo yoga possa varcare le porte di Montecitorio!).


Oggi per fortuna le aziende e le organizzazioni più attente al benessere dei propri dipendenti stanno integrando lo yoga nei loro programmi di welfare aziendale. E chi lo ha provato sostiene che sia un ottimo alleato per il benessere psico-fisico delle persone che lo praticano che di conseguenza si traduce nel miglioramento del clima aziendale. D’altronde se sei perseguitato dalla sciatica, dall’ansia o dall’insonnia non è che sei proprio ben disposto verso il prossimo! Inoltre, praticare insieme ai colleghi può essere la chiave di volta per creare senso di comunità.

Vediamo nel dettaglio perché ogni azienda dovrebbe portare lo yoga ai suoi dipendenti

1. Migliora la postura e dona un corpo tonico, flessibile e sano

Una postura fuori asse in cui il peso del corpo non viene scaricato a terra attraverso lo scheletro costringe centinaia di muscoli, tendini, nervi a caricarsi di lavoro per tenerci in equilibrio. Questo a lungo andare provoca infiammazioni e dolori nei punti di maggiore pressione fino a creare tensioni fisiologiche agli organi interessati. La pratica dello yoga plasma il nostro corpo insegnandogli a tenere una postura corretta, accresce la flessibilità, scioglie le tensioni, tonifica il sistema muscolare, aiuta a mantenere la salute delle ossa (Lo yoga dopo i 40 anni) e a perdere peso (7 modi sorprendenti per dimagrire con lo yoga). Il risultato è un corpo sano con cui stare bene!

2. Insegna a respirare e a governare l’ansia, lo stress e la paura

Ognuno di noi inspira ed espira migliaia di volte al giorno senza farci troppo caso. Ma prestando attenzione è facile notare il particolare respiro che accompagna ciascuna attività, fisica e psichica: una persona a riposo respira diversamente da una sotto sforzo così come il respiro di una persona arrabbiata è differente da quello di una persona tranquilla. C’è una relazione diretta tra il respiro e lo stato psicofisico. Lo yoga ci insegna che il controllo dell’azione respiratoria è in grado di portare un cambiamento radicale sia nella funzione fisica che in quella mentale. Governando il respiro possiamo governare le nostre emozioni e il loro impatto sul corpo aiutandoci, per esempio, a non arrossire o a non sudare eccessivamente durante una presentazione o un incontro importante.


3. Insegna a rilassarci

Molteplici studi clinici hanno dimostrato che lo yoga ha un impatto positivo sulla nostra capacità di gestire l’ansia e lo stress (vedi ad esempio qui) abbassando, per esempio, i livelli di cortisolo (l’ormone dello stress) e le onde cerebrali. Questo ci permette di rispondere con più calma a ciò che ci capita, ci aiuta a riposare meglio e a ricaricarci più rapidamente.

4. Aumenta la capacità di concentrazione

La capacità di concentrarci su ciò che facciamo è un’abilità molto preziosa ma il nostro stile di vita, improntato al multitasking e alla corsa frenetica tra i vari impegni, non solo non ci aiuta a coltivarla ma proiettando la mente sempre sul prossimo passo da compiere, ne mina le fondamenta. Ciò provoca una grande stanchezza mentale e un deficit di attenzione costante. Lo yoga punta ad interrompere questo ciclo. Insegnandoci ad essere presenti e calmi nel “qui ed ora”, ci aiuta a canalizzare la nostra energia nel momento presente, aumentando di conseguenza la capacità di concentrazione e la lucidità mentale.

5. Insegna ad affrontare i propri limiti e a far crescere l’autostima

La pratica dello yoga ci pone davanti ai nostri limiti, fisici ed emotivi, e ci accompagna nel percorso che porta al loro superamento. Ci insegna ad affrontarli con calma, un passo alla volta e senza strappi partendo dal nostro personale punto di partenza. Raggiungere il nostro limite superandolo con dolcezza aumenta la fiducia nelle nostre capacità e accresce l’autostima.



6. Migliora le capacità di problem solving

Il nostro cervello possiede due emisferi funzionalmente diversi. L’emisfero sinistro controlla la capacità di articolare un discorso, di produrre un testo scritto, gestisce la comprensione del linguaggio, il ragionamento logico, la capacità di calcolo, il pensiero analitico e il movimento volontario del lato destro del corpo. L’emisfero destro, invece, governa la capacità di identificare gli oggetti, l'orientamento spaziale, la creatività, l'immaginazione, l’intuito e il movimento volontario del lato sinistro. Lo yoga, attraverso il movimento simmetrico di entrambi i lati del corpo e la respirazione, armonizza l’attività dei due emisferi equilibrando la parte creativa e quella logica e aiutandoci di conseguenza a vedere le cose da diversi punti di vista e a trovare soluzioni creative e funzionali.


7. Aumenta l’empatia e la capacità di ascolto

L'empatia è la capacità di identificare, comprendere e condividere gli stati emotivi di un'altra persona senza emettere un giudizio. Un buon livello di empatia non solo è profondamente positivo per il benessere individuale ma è un fattore fondamentale allo sviluppo di un contesto sociale favorevole. L’empatia migliora le relazioni interpersonali, la produttività creativa, la salute e il benessere in generale. Molteplici studi hanno dimostrato l’esistenza di una correlazione tra la nostra capacità di essere empatici e l’aumento dello stress, del dolore fisico e dei fattori che riducono l'interazione umana (come ad esempio l’uso sempre più ampio della tecnologia). Lo yoga, oltre ad abbassare il livello di stress e le precondizioni dei dolori posturali, ci insegna a compiere il primo passo verso l’empatia: l’ascolto. Durante la pratica impariamo ad ascoltare le istruzioni (a volte assai complesse) dell’insegnate ma soprattutto abbiamo la preziosa occasione di ascoltare noi stessi: il nostro respiro, il battito nel cuore, i muscoli che si tendono, i pensieri e le emozioni che sorgono durante la pratica. Poi impariamo ad accogliere senza giudicare: i nostri limiti, le nostre reazioni, la presenza degli altri, le loro esigenze e queste abilità piano piano diventano parte integrante della nostra cassetta degli attrezzi pronte per essere utilizzate in qualunque situazione.


8. Dona vitalità, energia e serenità

Lo yoga calma e allo stesso rivitalizza il corpo e la mente. Stimola la circolazione del sangue e il corretto funzionamento del sistema endocrino e nervoso. Ossigena abbondantemente le nostre cellule durante la pratica e ci insegna a portare fuori dal tappetino un respiro ampio e fluido. Una pratica regolare ci fa fare il pieno di energia positiva!


9. Aiuta a creare un ambiente di lavoro più piacevole, collaborativo e produttivo

Lo yoga aiuta a stare meglio fisicamente ed emotivamente. Ci dona un corpo più sano e più forte, ci insegna a gestire lo stress, l’ansia, la rabbia, la paura, ci aiuta a rilassarci quando ne abbiamo bisogno, stimola l’empatia, dona energia e serenità. E quando le persone stanno meglio anche l’ambiente di lavoro ne beneficia diventando un luogo piacevole e collaborativo dove ciascuno è messo nella condizione di dare il meglio di sé.

10. E’ adatto a tutti e per farlo serve solo un tappetino

Lo yoga è adatto a tutti, indipendentemente dall’età, dalla forma fisica e dalla flessibilità. Non serve un fisico ‘da yoga’ per praticare yoga. (Lo yoga è per tutti ma io non lo sapevo!) E non servono attrezzature particolari: basta un pavimento sgombro e un tappetino ciascuno!


Vuoi portare lo yoga nella tua azienda? Clicca qui!

45 visualizzazioni

©2020 created with love by yogaround

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now